sabato 28 luglio 2012

Under the sun of Tuscany - Third part

Anghiari e Lucignano:

I consigli dove mangiare: I Giardini del Vicario e Il Feudo del Vicario




Anghiari

L’ultima parte del mio viaggio in Toscana è dedicata ai borghi medioevali di Anghiari e Lucignano.



Anghiari domina la valle dell’alto Tevere ed è stata a lungo bastione inviolabile grazie alle possenti mura duecentesche. Nella storia rimane famosa la battaglia che vi si combatté nella pianura sotto le sue mura. Nel 1440, il 29 giugno le truppe fiorentine e papali sconfissero l’esercito milanese di Filippo Maria Visconti.



La battaglia di Anghiari rappresenta anche uno dei misteri della storia dell’arte. Si dice che Leonardo affrescò una delle pareti del Salone dei 500 di Palazzo Vecchio a Firenze a memoria della vittoria. Questa pittura murale è andata perduta e numerosi studiosi vi stanno dando la caccia. L’ingegnere Maurizio Saracini sostiene di averne trovato traccia proprio dietro l’affresco del Vasari.



Se a Pienza, Cortona e Montepulciano dominava il colore giallo dell’ocra, ad Anghiari le case sono di scura roccia illuminata dagli splendidi colori dei fiori posti a ornamento degli stretti vicoli.

Lucignano

Lucignano è un altro borgo medievale a forma ellittica con strade anulari e concentriche.



Anghiari  e Lucignano hanno un aspetto comune: sono entrambe chiusi e arroccati sulla cima di un colle, con in alto la chiesa, la piazza, il castello e tutto intorno a degradare verso la valle, le case raccolte a protezione.



Visitare questi antichi borghi significa entrare in un mondo diverso, dove ci si accorge che il tempo passa solo per i rintocchi dell’orologio. Il tempo acquisisce un’altra dimensione, i ritmi sono lenti. Anche il turismo di Anghiari e Lucignano è diverso da quello di Cortona, Montepulciano e Pienza, senza nulla togliere a questi bellissimi paesi, Anghiari e Lucignano mi fanno pensare ad un turismo ancora più di elite. Nei vicoli si ode la parlata del posto mischiata alla lingua inglese, americani e sudditi di sua maestà sono oramai di casa ed è comune vedere distinti signori dall’aria very British che seduti innanzi ad una delle vedute panoramiche, annotano frasi sui loro taccuini, come viaggiatori del grand tour dell’Ottocento.
I posti che vi consiglio dove andare a mangiare ad Anghiari sono: La terrazza del Vicario e il Feudo del Vicario.

I Giardinini del Vicario e Il Feudo del Vicario


La Terrazza panoramica più bella di Anghiari
Presso I Giardini del Vicario potete prendere un aperitivo ammirando una delle più belle viste panoramiche sui dintorni di Anghiari.

Al Feudo del Vicario

Il Feudo del Vicario è un ristorante il cui ingresso è graziosamente nascosto da un tripudio di piante e fiori, in uno dei piccoli vicoli del borgo.

Arredato con eleganza, è molto apprezzato dalla clientela americana e inglese. La proprietaria, una signora molto simpatica, vi farà sentire come a casa vostra.




In questo ristorante Gabry ed io ci siamo sentiti veramente “coccolati” e i piatti erano tutti buonissimi.
Abbiamo provato le bruschette, i taglieri di saluti e la pentolaccia, gnam!!!!
La pentolaccia è un piatto cucinato con pecorino fuso, pere e noci!
Fortemente consigliati! Ecco tutti i riferimenti:

Giardini del Vicario wine bar
Piazza del Popolo 7/a
Anghiari
Tel. 0575-788301
info@giardinidelvicario.it


Il Feudo del Vicario
Via Garibaldi 35
Anghiari
Tel. 0575-787105
antoniomfanelli@yahoo.it